domenica 11 dicembre 2016
Luca Spinelli » Senza categoria » Huawei abbandona il SO di Windows

Huawei abbandona il SO di Windows

Come già anticipato ad Agosto in un’intervista fatta dal Wall Street Journal a Richard Yu, direttore del consumer business group di Huawei, l’azienda cinese ha deciso di abbandonare Windows Phone, il sistema operativo di casa Microsoft, a favore di Android.

Questa mossa è stata resa necessaria per cercare di competere sul podio con Samsung ed Apple, infatti negli ultimi tempi Huawei ha visto aumentare le sue quote di mercato fino al 6.9% (semestre 2014),  il 62% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Huawei inoltre crede che la sua posizione come produttore di apparati per le telecomunicazioni sia uno dei punti di forza dei loro dispositivi mobili per quanto riguarda la connettività. “Crediamo che la migliore scelta, per noi, sia Android”, è l’affermazione di Shao Yang che inoltre dichiara che “Il più grande problema è che non è molto semplice sviluppare indipendentemente su Windows, tanti elementi sono stabiliti dalla piattaforma e ai produttori terzi viene lasciato molto poco spazio per lo sviluppo. Questo non avviene con Android in cui ogni produttore può mettere in gioco il proprio potenziale per fare innovazione”.

Per l’azienda è quindi scoveniente produrre smartphone con Windows Phone per varie ragioni. Il sistema operativo di casa Redmond è poco appetibile agli occhi dei consumatori ed inoltre esso non è personalizzabile dall’azienda che quindi può fare poca innovazione. Windows Phone, a differenza di android, ha dei costi di licenza, che aumentano il prezzo finale del disposistivo del 10% circa rendendolo meno appetibile rispetto ad un terminale con il SO di Google.

LEGGI ANCHE  Samsung sviluppa un WiFi da 60GHz

Huawei non vede alternative oltre all’amabile omino verde.  Persino l’opzione di creare un nuovo OS è impossibile da attuare. Infatti WP deve la sua poca diffusione anche per il ritardo con il quale è entrato nel mercato e sfornare un nuovo OS adesso non sarebbe la scelta giusta. Per questo Yu ha poca fiducia anche per il nuovo sistema operativo open source Tizen che sarà sviluppato da Samsung.

RIGUARDO A Luca Spinelli

Mi chiamo Luca Spinelli, sono nato a Carate Brianza nel 1994, vivo a Lissone e sono un SEO e webmaster con oltre 5 anni d’esperienza nell’AM. Dal 2009 ad oggi sono stato GA di BlackOGames e NoirBlack, BA di TheXNovaGames e trader di Bitcoin.

APPROFONDIMENTI

Come tenere in ordine i cavi con lacci e fascette

Lacci e fascette per l’ordine dei cavi firmati Avantree: piccoli e coloratissimi gadget per grandi …

Recensione DTIG4: Chiavetta USB della Kingston

Per noi che viviamo nella nuova era digitale, risulta essere indispensabile portare con sé un …

Recensione DataTraveler SE9 G2: Chiavetta USB della Kingston

In commercio ci sono tante chiavette USB, ma Kingston Data Travel SE9 G2 ha qualcosa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *