domenica 11 dicembre 2016
Luca Spinelli » Bitcoin » Come minare Bitcoin

Come minare Bitcoin

In più riprese ti ho parlato di Bitcoin cercando di coprire tutte le sfaccettature che sarebbero potute interessare all’early adopter. Adesso penso che sia giunto il momento di spingersi un po’ più in la, di parlare di mining fatto in casa e di scoprire come minare Bitcoin facendo un passo oltre il fatto di minare Bitcoin in cloud con CEX.IO. Se anzichè comprare Bitcoin vuoi produrli direttamente questa è proprio la guida che stavi cercando. Ti spiegherò come minare Bitcoin con un rig di GPU sfruttando le alt currencies, tutte quelle monete alternative a Bitcoin per intenderci.

Ti ho un po’ confuso nel paragrafo precedente? Ok, cerco di spiegarmi meglio. Minare Bitcoin non è più profittevole nella maggior parte dei casi e lo stesso discorso si può estendere ad altri argoritmi come lo scrypt e tutti quelli non resistenti agli ASIC. Oggi così come in passato e come facilmente sarà in futuro il modo migliore per ottenere Bitcoin attraverso il processo di mining è quello di scambiarli dalle alt currencies prodotte. Come farlo? Per prima cosa abbiamo bisogno di costruire un rig di GPU per minare queste monete alternative che successivamente potremo rivendere senza problemi su qualche exchange come Cryptsy in cambio di Bitcoin. Ricorda anche che un rig di GPU ha diversi vantaggi rispetto al resto dell’hardware che si può utilizzare per minare Bitcoin oppure una moneta piuttosto che l’altra a seconda dell’algoritmo. I rig di GPU non soffrono d’obsolescenza salvo le GPU che montano, l’hardware è facilmente rivendibile a buon prezzo, consentono il mining per tutti gli algoritmi ed offrono un alto grado di personalizzazione.

Iniziamo con alcune doverose precisazioni. La guida spiega come minare Bitcoin con un rig di GPU, parliamo quindi di una struttura hardware in grado di minare con profitto tutte le alt currencies resistenti agli ASIC che vengono rilasciate ogni giorno. Al contrario non è consigliato usare il rig in oggetto per minare direttamente Bitcoin oppure tutte le monete basate su algoritmo SHA-256,  derivati e non resistenti agli ASIC. Detto questo nella guida troverai quanto segue diviso ed esposto chiaramente per paragrafi e sezioni:

  • Analisi dei componenti necessari per la costruzione
  • Esempi di configurazioni hardware con relativi prezzi
  • Consigli di carattere generale per costruzione e manutenzione
LEGGI ANCHE  Bitmaintech annuncia l'Antminer L1

CPU

Nella costruzione del tuo rig di GPU per minare Bitcoin, la CPU è una componente su cui puoi fare tranquillamente economia. Di marca Intel il processore dual core G3220 ha una frequenza di 3.00 GHz ed è il più indicato visto il prezzo a cui è possibile acquistarlo su Amazon.

MOBO

Una scheda madre che non è in grado di sostenere le GPU che hai intenzione di gestire sul tuo rig è una scheda madre che non va bene. Non fare troppa economia su questo pezzo, compra la MOBO giusta. Devi essere in grado di far girare tutte le GPU che hai intenzione di collegare al rig, altrimenti ti troverai con qualche pezzo di troppo. La scheda H81 PRO BTC di marca ASRock si trova su Amazon ad un prezzo davvero competitivo considerato che ti permetterà di gestire fino a 6 GPU contemporaneamente.

PSU

Cercare di sopperire ad una richiesta energetica di 1000 W con un alimentatore da 500 non sta in cielo nè in terra. Cerca di comprare un alimentatore che stia largo di almeno 100 W rispetto alla richiesta energetica complessiva del rig di GPU. Fai attenzione a non considerare unicamente il consumo delle schede video perchè, seppur in maniera minore, anche le altre componenti consumano energia per funzionare. Su Amazon trovi il Corsair RM 650, un alimentatore da 650 W che potresti utilizzare per un rig di 6 GPU dal basso consumo energetico. Altrimenti, dovendo sopperire ad una richiesta di 750 W, sempre su Amazon trovi il Corsair RM 750. Infine per le tue necessità più grandi trovi anche la versione del Corsair RM 1000, in grado di sopperire ad un’enorme richiesta energetica da parte del tuo rig di GPU.

HHD

Come HDD puoi utilizzare una semplice scheda SD da 8 GB acquistabile su Amazon per meno di 10€. Tuttavia cercando qualcosa di più qualitativo e sicuro su Amazon trovi anche SSD da 128 GB della stessa marca SanDisk a prezzi veramente contenuti.

RAM

Di marca G.Skill un ottimo prodotto con cui costruire il tuo rig per minare Bitcoin è la memoria RAM DDR3 di serie sniper da 8 GB. Puoi acquistarla su Amazon come gli altri componenti.

LEGGI ANCHE  WorldStream supporta Bitcoin

Un SO che sai usare

Certo è che Linux occupa meno spazio ma se poi non sei in grado di configurare il software del miner per farlo funzionare questo potrebbe essere un problema. Acquista Windows 8.1 su Amazon per non avere alcun problema. Ricorda che potrai sempre riutilizzare il SO per altri computer una volta dismesso il rig utilizzato per minare Bitcoin quindi valuta seriamente l’acquisto prima di trovarti fra le mani un rig con una versione Linux che non hai idea di come far funzionare.

Un case di cassette per la verdura

Non sto scherzando e non sono impazzito. Un’economica cassetta di plastica di quelle che usano gli ortolani per la verdura è una soluzione elegante ed economica in cui inserire il tuo rig di GPU. Se invece vuoi riepiegare su altri dispositivi di supporto puoi pensare di costruirne uno autonomamente in legno, usare altri tipi di ceste già esistenti oppure puoi sempre comprare un case di metallo che sia in grado di ospitare le GPU che hai intenzione di utilizzare. Tieni conto che un case aperto è di gran lunga preferibile ad uno chiuso per pratici motivi di aerazione e riduzione della temperatura delle schede.

GPU

Eccoci arrivati nel cuore della guida, la scelta delle GPU. Si tratta di uno step fondamentale per cui penserai che avrò fiumi di parole da spendere ma ti sbagli. Nella scelta delle GPU devi tenere in considerazione unicamente tre fattori: Il consumo elettrico che puoi sostenere, il costo d’acquisto delle GPU ed il consumo energetico complessivo di queste ultime. Su “Mining hardware comparsion” puoi trovare indicazioni di vario genere per ogni GPU utilizzabile, ti consiglio di prenderne visione e di operare la tua scelta in accordo ai tre criteri sopra riportati. Se invece sei un pigrone ti consiglio delle NVIDIA GTX 750 TI con un buon rapporto fra l’hash rate prodotto, il consumo elettrico ed il costo d’acquisto. In questo periodo queste GPU sembrano essere le schede più convenienti ma verifica che l’informazione sia ancora corretta nel momento in cui starai leggendo questa guida.

LEGGI ANCHE  Gravatar supporta Bitcoin

Configurazioni per minare Bitcoin

Forse ho creato un po’ di confusione, vediamo allora delle configurazioni hardware che potresti emulare o da cui prendere spunto per minare Bitcoin con un rig di GPU. Non prenderle per oro colato e come universalmente accettabili poichè è facile che il mercato stia offrendo componenti più performanti e meno costosi rispetto a quelli che vedrai in questi due esempi pratici.

Consigli generali per minare Bitcoin

Per quanto riguarda la costruzione del rig di GPU ti ho già lasciato tutti i consigli che avevo man mano che venivano analizzati i pezzi con cui costruirlo. Forse ho scordato di usare una parola magica: Riser. Anche questi li trovi su Amazon ad un prezzo contenuto e sono sicuro che saprai farne buon uso, senza ulteriori e particolari spiegazioni che potrebbero annoiarti a questo punto della guida.

Concludendo rimane solamente qualche consiglio finale riguardo alla manutenzione, dopo potrai finalmente vendere Bitcoin grazie alla conversione ottenuta dalla vendita delle alt currencies minate. Assicurati che il rig non versi in condizioni di sporcizia, che non sia ricoperto di polvere o sabbia (non si sa mai) e che tutto l’hardware adibito al raffreddamento delle schede stia operando come dovrebbe. Eventualmente aggiungi sistemi di raffreddamento esterni se le GPU del rig superano le temperature consigliate.

In ultimo un appunto pressochè fondamentale riguardo la connessione internet necessaria per minare Bitcoin. E’ ovvio che dovrà esserci ed essere continuamente fornita al rig affinchè i pacchetti ricevuti siano risolti e mandati alla pool che vi corrisponderà il premio dovuto. Il discorso vale anche per il solo mining poichè non potendo interrogare la rete non potrete ricevere le monete spettanti. Assicurati inoltre di non soffrire di eccessivi down o di grande latenza, la banda consumata dal nostro di rig di GPU non è molta ma si necessia di una connessione continua.

RIGUARDO A Luca Spinelli

Mi chiamo Luca Spinelli, sono nato a Carate Brianza nel 1994, vivo a Lissone e sono un SEO e webmaster con oltre 5 anni d’esperienza nell’AM. Dal 2009 ad oggi sono stato GA di BlackOGames e NoirBlack, BA di TheXNovaGames e trader di Bitcoin.

APPROFONDIMENTI

Come investire Bitcoin

Il titolo potrebbe essere fuorviante dato che “Investire Bitcoin” è un libro di Stefano Pepe …

Badoo supporta Bitcoin

Anche Badoo si unisce alla lista dei servizi che supportano Bitcoin. Così da oggi oltre duecento …

Nasce Cannabit, compra semi di cannabis pagando con Bitcoin

Ti stavi domando come comprare semi di cannabis? Dal 3 Marzo 2015 puoi farlo con Cannabit, uno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *