domenica 11 dicembre 2016
Luca Spinelli » Bitcoin » Come dichiarare guadagni in Bitcoin all’ADE

Come dichiarare guadagni in Bitcoin all’ADE

Il dibattito relativo al fatto di dover ritenere Bitcoin un qualcosa di legale oppure illegale ormai è stato superato da tempo anche se ancora molte persone non vedono di buon occhio questo strumento ritenendolo troppo anonimo, periocoloso, facilmente sfruttabile per evadere il fisco e finanziare campagne terroristiche. Sebbene tutte queste paure abbiano ben poco riscontro nella realtà ciò non ha cambiato il fatto che alcuni stati hanno deciso di trattare Bitcoin in maniera diversa, chi aprendosi alla nuova tecnologia, chi esprimendo dubbi ed infine chi schierandosi nettamente a sfavore vietandone l’uso.

Prima di scoprire come dichiarare guadagni in Bitcoin all’ADE è bene capire quale sia la posizione dell’Italia in materia. Il sito BitLegal è un aggregatore che viene aggiornato periodicamente in cui si possono trovare molte delle informazioni che stavi cercando. Una mappa geopoliticamente divisa ti darà accesso alle principali posizione in materia legislativa e fiscale riguardo Bitcoin. Per utilizzarla devi solamente accedere a BitLegal e premere sullo stato di cui sei interessato a scoprire le normative in materia. In verde trovi i paesi aperti a Bitcoin, in giallo quelli che hanno posto riserve ed in rosso quelli che si sono schierati contro. In Italia ad esempio è permesso possedere, comprare, vendere e minare Bitcoin mentre in Islanda è possibile possederli e venderli ma non comprarli.

Appurato che in Italia la gestione dei Bitcoin è consentita, come fare per dichiarare guadagni in Bitcoin all’ADE? Io non sono un commercialista nè tantomeno una persona che ha frequentato un università di carattere economico, ho solamente il titolo di Ragioniere e Perito Commerciale e se accetti un prezioso consiglio dovresti rivolgerti al tuo commercialista per un riscontro aggiornato e competente in materia fiscale. Tuttavia  questo articolo è un ottimo punto di partenza per capirne qualcosa di più.

LEGGI ANCHE  Come investire Bitcoin

I guadagni in Bitcoin vanno dichiarati all’ADE e su questo non ci piove. La normativa, anche se non esplicitamente riferita a Bitcoin, è chiara e ti invito a diffidare da coloro che dicono che in assenza di indicazioni specifiche quest’ultima si applica a favore del contribuente esonerandolo dall’obbligo di contribuire. Niente di più sbagliato e pericoloso. Tutti i guadagni derivati dalla conversione di Bitcoin in valuta FIAT vanno dichiarati e su questi viene applicata la stessa aliquota degli strumenti finanziari derivati. Dal 1° Luglio 2014 l’aliquota è del 26% ma considera che questo valore potrebbe essere cambiato nel corso del tempo. In tal caso non esitare a farmelo presente tramite commento così che possa aggiornare l’articolo.

LEGGI ANCHE  Come evitare truffe con Bitcoin

RIGUARDO A Luca Spinelli

Mi chiamo Luca Spinelli, sono nato a Carate Brianza nel 1994, vivo a Lissone e sono un SEO e webmaster con oltre 5 anni d’esperienza nell’AM. Dal 2009 ad oggi sono stato GA di BlackOGames e NoirBlack, BA di TheXNovaGames e trader di Bitcoin.

APPROFONDIMENTI

Come investire Bitcoin

Il titolo potrebbe essere fuorviante dato che “Investire Bitcoin” è un libro di Stefano Pepe …

Badoo supporta Bitcoin

Anche Badoo si unisce alla lista dei servizi che supportano Bitcoin. Così da oggi oltre duecento …

Nasce Cannabit, compra semi di cannabis pagando con Bitcoin

Ti stavi domando come comprare semi di cannabis? Dal 3 Marzo 2015 puoi farlo con Cannabit, uno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *